Document Detail
Language: Italian
 

La mia saga con la TOC
 

Company:

Advance Operations Management School


Marzo  1995.  Sala  riunioni  di  una  media  azienda  del  settore  ICT.  Business  concentrato  su  clienti della PA locale. In questa sala tutte  le settimane  una dozzina di  persone, responsabili delle diverse  aree tecniche
in cui è frazionata l’azienda si riuniscono. Lo scopo di questo “comitato tecnico” è generare idee e sviluppare nuove soluzioni che portino maggiore business. A parte un paio di “matusa”, i membri del comitato sono tutti ingegneri sui 35 anni, che scalpitano per far vedere quanto sono bravi. Quando il più anziano e saggio del gruppo prende la parola e pone la fatidica domanda nessuno si poteva immaginare che cosa avrebbe scatenato. “ma voi lo sapete che entro l’anno 2000 tutte le aziende del settore ICT dovranno essere obbligatoriamente certificate iso 9001”?

La notizia poi si rivelerà una colossale bufala, ma nel frattempo ha messo in moto una rivoluzione almeno per le persone riunite attorno al tavolo quel giorno di marzo 1995. Apriti  cielo.  Sapevamo  tutto  di  bit  e  byte  ma  che  diamine  fosse iso  9001  nessuno  lo  sapeva. Imbarazzo  generale,  commenti  a  sproposito,  poi  finalmente  il  responsabile  dell’area office automation del cliente principale (che all’epoca contava circa un migliaio di utenti con cui aveva contatti quotidiani) dice “nessun problema, conosco il tale nell’azienda tal’altra del cliente che sa tutto di qualità e di iso 9001, gli chiedo di farci una lezioncina”.

Nel  giro  di  un  paio  di  settimane  viene  organizzata  una  giornata  di  formazione.  Quando  i  due docenti  iniziano  a  parlare  inizia  la  mia  personale  avventura  nel  magico  mondo  di  Deming  e Goldratt, della TOC – Theory of Constraints, del TQM, del metodo Toyota e di annessi e connessi.

 



read the full document >>
(external link)